#How Do You See Me? – la campagna internazionale CoorDown

  21 MARZO 2016

GIORNATA MONDIALE SULLA SINDROME DI DOWN

HOW DO YOU SEE ME?

Online la nuova campagna di comunicazione internazionale di CoorDown Onlus
realizzata ancora una volta con la collaborazione di Saatchi & Saatchi NY
e la partecipazione di AnnaRose Rubright e della star Olivia Wilde

Uno sguardo può essere amichevole, incoraggiante, rispettoso oppure freddo, sprezzante, discriminatorio. La piena inclusione delle persone con sindrome di Down passa anche dallo sguardo degli altri, dai pregiudizi della società e dalle possibilità che vengono loro offerte.

Vivere una vita ricca di relazioni sociali soddisfacenti grazie al supporto della propria comunità, della famiglia, degli amici, dei colleghi di lavoro: a questo tema è dedicata l’undicesima edizione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, in programma lunedì 21 marzo 2016.

 

CoorDown Onlus– Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down
celebra il World Down Syndrome Day attraverso una campagna di sensibilizzazione internazionale realizzata, per il quinto anno consecutivo, con la preziosa collaborazione dell’agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi,
ufficio di New York. Il breve film “How Do You See Me?” – disponibile sul canale YouTube di CoorDown: https://www.youtube.com/watch?v=YhCEoL1pics – è diretto da Reed Morano con la partecipazione della star americana Olivia Wilde, ambasciatrice di diverse associazioni non profit e proprio in questi giorni in televisione con la serie Vinyl.

 

La protagonista dell’online film è AnnaRose, una giovane ragazza con sindrome di Down che racconta la sua vita: piena di significato, ricca di opportunità, di amicizie e di affetto ma anche di sfide e momenti di difficoltà. Questa vita è rappresentata sullo schermo dall’attrice Olivia Wilde. La metafora serve a stimolare una riflessione su come le persone con sindrome di Down vedano se stesse e su come siano spesso vittime di discriminazioni basate su preconcetti e aspettative stereotipate.

 

AnnaRose Rubright è una studentessa universitaria diciannovenne di Medford, New Jersey. Vive a casa con i suoi genitori, cinque sorelle più giovani, due cani e un gatto. Frequenta il “Rowan College at Burlington County”, lavora part-time al “Breakthru Physical Therapy and Fitness” nella sua città, pratica il nuoto e gioca a basket con Special Olympics NJ. È onorata di rappresentare la comunità della sindrome di Down nel messaggio di CoorDown “How Do You See Me?” che mostra le persone con sindrome di Down come i cittadini comuni quali sono.

 

La campagna “How Do You See Me?” è stata realizzata insieme a DSi – Down Syndrome International e con il contributo di Down Syndrome Australia, Down’s Syndrome Association (UK), Fondation Lejeune e Les Amis d’Eléonore (Francia).

 

Gli hashtag ufficiali della campagna sono: #HowDoYouSeeMe e #WDSD16.

Il film sarà presentato, il prossimo lunedì 21 Marzo, anche alla Conferenza del World Down Syndrome Day dal titolo “My Friends, My Community” – The benefits of inclusive environments for today’s children and tomorrow’s adults ” che si terrà a New York nel quartier generale delle Nazioni Unite. In quell’occasione, CoorDown sarà presente con il Presidente Sergio Silvestre e con Martina Fuga, delegata alla comunicazione, la quale terrà uno speech dal titolo “How to build an inclusive culture: understanding Down Syndrome through the lens of diversity”.

La Giornata Mondiale sulla sindrome di Down (WDSD – World Down Syndrome Day in inglese) è un appuntamento internazionale – sancito ufficialmente anche da una risoluzione dell’ONU – nato per diffondere una maggiore consapevolezza e conoscenza sulla sindrome di Down, per creare una nuova cultura della diversità e per promuovere il rispetto e l’inclusione nella società di tutte le persone con sindrome di Down.

La scelta della data 21/3 non è casuale: la sindrome di Down, detta anche Trisomia 21, è caratterizzata dalla presenza di un cromosoma in più – tre invece di due – nella coppia cromosomica n. 21 all’interno delle cellule.

 

Sergio Silvestre, Presidente di CoorDown Onlus: «Siamo orgogliosi di essere capofila anche quest’anno di un ambizioso progetto di comunicazione internazionale in collaborazione con altre associazioni e con lo straordinario supporto, per la quinta volta consecutiva, di Saatchi & Saatchi. Con questo film vogliamo contribuire a un cambiamento culturale: solo quando la disabilità sarà percepita come una delle sfaccettature della diversità si potrà davvero fare inclusione, riconoscendo l’unicità di ogni individuo. L’obiettivo è far volgere lo sguardo oltre gli stereotipi, costruire un nuovo immaginario collettivo e promuovere un’alfabetizzazione alla disabilità».

Luca Lorenzini, Global Creative Director, Saatchi & Saatchi New York: «Lavorare con CoorDown è sempre una grande emozione. Ogni anno lottiamo per abbattere le barriere e per creare una cultura dell’inclusione per le persone con sindrome di Down. Quest’anno siamo entusiasti di lavorare con artisti di livello mondiale come la regista Reed Morano e l’attrice Olivia Wilde, perché con il loro tocco magico contribuiranno a rendere questo messaggio più forte che mai».

HowDoYouSeeMe_OliviaWilde

COORDOWN E SAATCHI & SAATCHI

Con How Do You See Me? CoorDown torna a collaborare, per il quinto anno consecutivo, con l’agenzia di pubblicità Saatchi & Saatchi dopo quattro progetti di grande successo. Lo scorso anno, The Special Proposal ha raggiunto quasi 5 milioni di visualizzazioni. Il breve film Dear Future Mom è vicino a 7 milioni di views su YouTube ed è diventato lo spot più condiviso al mondo durante il World Down Syndrome Day del 2014. Ha inoltre vinto il GRAND PRIX all’Italians Festival dell’ADCI Art Directors Club Italiano. Nel 2013 #DammiPiùVoce aveva raccolto 50 video in cui ragazzi e ragazze con sindrome di Down chiedevano a 50 personaggi famosi – tra cui Sharon Stone, Jovanotti e Francesco Totti – di donare loro un video. Nel 2012 fu la volta di Integration Day in cui gli attori di alcune delle più importanti campagne nazionali e internazionali – Averna, Illy caffè, Cartasi, Pampers, Toyota ed Enel – furono sostituiti da attori con sindrome di Down. Tutti questi progetti, realizzati in occasione della Giornata Mondiale sulla sindrome di Down, sono stati premiati con un totale di 18 Leoni, di cui 9 d’oro, al Festival Internazionale della Creatività di Cannes.

 

Olivia Wilde_restaurantCOORDOWN ONLUS

Il Coordinamento Nazionale Associazioni delle persone con sindrome di Down Onlus nasce nel 2003 e oggi rappresenta in Italia il maggior numero di associazioni che si occupano di tutelare i diritti delle persone con sindrome di Down, ponendosi come organismo ufficiale di confronto con tutte le Istituzioni. Il CoorDown promuove, ogni seconda domenica di ottobre, la consueta Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down e, il 21 marzo di ogni anno, il World Down Syndrome Day, anche attraverso la produzione di campagne internazionali di comunicazione sociale.

Ufficio Stampa CoorDown Onlus:

Federico De Cesare Viola (responsabile) m. +39 3395390620

Oreste Torre m. +39 3494983469

ufficiostampa@coordown.it

www.coordown.it

www.facebook.com/coordown – www.twitter.com/coordown

 

AnnaRose Rubright Bio

AnnaRoseRubright

AnnaRose è una giovane diciannovenne che abita a Medford, nel New Jersey. Vive a casa con i suoi genitori, cinque sorelle più giovani, due cani e un gatto. È una studentessa universitaria a tempo pieno: frequenta il “Rowan College at Burlington County” dove segue lezioni di composizione inglese, cultura e politica americana. Si è diplomata alla Shawnee High School nel 2014.

 

Lavora part-time al “Breakthru Physical Therapy and Fitness” di Medford dove si occupa della scansione di documenti medici per creare cartelle cliniche digitali e della pulizia delle attrezzature e della palestra. Spesso rimane in palestra dopo il lavoro per fare attività fisica.

 

Ama infatti fare sport, in particolare pratica basket e nuoto con Special Olympcs NJ. Segue qualsiasi evento sportivo, ma soprattutto calcio e football americano. Nel tempo libero le piace ascoltare musica, guardare film e uscire con gli amici.

 

Ha stretto molte amicizie e conosciuto tanti ragazzi e ragazze con e senza sindrome di Down al Pals (www.palsprograms.org), programma di inclusione sociale con campi estivi a cui AnnaRose partecipa con piacere ogni anno.

 

AnnaRose è orgogliosa di far parte di questo progetto di comunicazione internazionale e di rappresentare la comunità della sindrome di Down nel messaggio di CoorDown “How Do You See Me?” che mostra le persone con sindrome di Down come cittadini comuni quali sono.

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.