B7 – RE.MO Molfetta in Rete

Una delle immagini che evoca il legame indissolubile che la città di Molfetta ha con il mare è la “rete da pesca”, che richiama poeticamente un elemento costituito da singoli pezzi, ognuno dei quali diventa necessario affinché la sua funzione primitiva sia conservata, in cui la trama è suscettibile a cambiamenti, a trasformazioni, che si allarga e si restringe, ma ha la capacità di costituire un unico elemento resistente.

La rete rappresenta un invito verso un approccio interamente collettivo e di coesione dell’area, dove diviene importante avviare un processo di appropriazione culturale di questo territorio, delle problematiche di interesse comune, così come delle risorse di questi luoghi.

La sistemazione planimetrica del progetto si muove interamente attraverso gli elementi trapezoidali della rete, differenziati tra loro dalla funzione che essi assumono, alcuni sono infatti pavimentati, identificati attraverso una colorazione violacea, mentre altri sono coltivati a verde e ospitano le essenze arboree autoctone dell’area.

Nell’ottica di re-inventare i “luoghi” anonimi della città e di trasformarli in luoghi di “ascolto attivo”, lo spazio appare suddiviso in aree tematiche accomunate dalla volontà di consegnare alla cittadinanza spazi pubblici che possano essere fruiti, gestiti ed organizzati da associazioni di residenti, con il sostegno delle pubbliche amministrazioni e istituzioni.

Commenti

due × uno =