In Uganda con Giusi Nicolini e Amref

Dal confine col Sud Sudan al cuore del paese per documentare i progetti di sviluppo che Amref porta avanti in Uganda con i profughi. È il viaggio di Giusi Nicolini, l’ex sindaca di Lampedusa, insieme all’organizzazione umanitaria che offre supporto alle popolazioni africane.

Tra le voci raccolte quelle delle donne ex sex worker che ora lavorano in una sartoria a Kampala. “In questo paese la questione migratorio è stata introiettata dentro le strategie di sviluppo del paese – sottolinea Nicolini – dare, per esempio, il lotto di terreno ai profughi per costruirsi la casetta e coltivare è un modo di farli rimanere ma anche per valorizzare alcune aree tagliate fuori da programmi di sviluppo e non collegate tra di loro neanche da strade. È un investimento – aggiunge – è accogliere non solo la disperazione ma dare speranza alle persone, sviluppare aree e dare un futuro al paese”.

Anche quest’esperienza sarà al centro dell’incontro organizzato da Amref nell’ambito di Voci di confine al Salone del Libro di Torino, che si terrà sabato 12 maggio nello spazio Book presso il Bookstock Village (Padiglione V).

Per una lettura completa dell’articolo (fonte: Redattore Sociale): qui

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.