L’altra faccia del denaro: il gioco d’azzardo

Il gioco d’azzardo è un’attività alla portata di tutti. Basta recarsi presso una qualunque tabaccheria per acquistare un Gratta e Vinci, per esempio, e sperare che la fortuna sia dalla propria. Cosa spinge una persona ad avvicinarsi al gioco d’azzardo? Cosa scatta nella sua mente? Perché non riesce a fermarsi quando non può neanche più permetterselo?
Vogliamo dunque trattare il gioco d’azzardo dal punto di vista del giocatore, capire le motivazioni più intime che lo spingono verso questa attività, e dal punto di vista dello Stato, avere un’idea di quanto ci guadagna, perché continua a incentivarlo da una parte (e a disincentivarlo dall’altra, attraverso i mezzi più vari).

All’evento interverranno:
-il professor Toma, direttore del Dipartimento DiEF, che illustrerà le reali possibilità di un giocatore di vincere;
-il professor Lagravinese, docente di Economia Politica e di Economteria, che spiegherà gli introiti dello Stato dal gioco d’azzardo;
-la professoressa Curci, docente di Psicologia generale, che illustrerà la ludopatica, ossia cosa scatta all’interno della mente di un giocatore e cosa lo spinge a continuare a giocare.

Appuntamento al 22 novembre ore 14:30 presso l’Aula Magna dell’Università in Largo Abbazia Santa Scolastica 53, 70100 Bari

Fonte notizia: https://www.facebook.com/events/553273935094174/

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.