Lavarsi le mani salva la vita: la campagna dell’Oms

Lavarsi le mani è il mezzo più idoneo edefficace per prevenire e ridurre il rischio di infezioni virali ebatteriche. Ebbene, in occasione della Giornata Mondiale contro le infezioni ospedaliere, l’Organizzazione mondiale della sanità ha promosso la campagna “Save Lives: Clean Your Hands” (Salva delle vite, lava le tue mani)…

IL RISCHIO DI INFEZIONI
Le mani sono un vero e proprio ricettacolo di germi: circa il 20% è rappresentato damicrorganismi non patogeni, ma spesso possono aggiungersi virus e batteri che circolano nell’aria o con i quali veniamo in contatto in diverse occasioni. Ecco dunque spiegata l’importanza di un corretto lavaggio, che permette di ridurre del 40% il rischio di infezioni.

SEMPLICI GESTI
Anzitutto è importante lavare le mani almeno quattro volte al giorno utilizzando il saponeliquido, decisamente più igienico di una saponetta. Prima di sciacquare le mani, inoltre, è importante strofinare per poco meno di un minuto insistendo negli spazi tra le dita, il posto dove si annidano in maggior misura i patogeni. Per asciugarle, l’ideale sarà della carta usa e getta o dell’aria calda: andranno bene anche degli asciugamani, purché siano strettamente personali.

LA GIORNATA MONDIALE PER L’IGIENE DELLE MANI
In occasione della Giornata Mondiale per l’igiene delle mani, celebrata lo scorso 5 maggio, ilPoliclinico Universitario A. Gemelli di Roma ha sensibilizzato tutti i medici sull’importanza di lavarsi le mani prima e dopo il contatto con il paziente (basti pensare che il 15-30% delleinfezioni che si verifica in ospedale può essere prevenuto con un’accurata igiene delle mani) mentre il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, ha affermato in proposito: “Spesso si dedicano pochi secondi al lavaggio delle mani nella convinzione che ciò sia sufficiente ad averle pulite. Ma non è così. Una corretta igiene delle mani è fondamentale per gli operatori sanitari perché contribuisce in maniera importante a ridurre la diffusione delle infezioni ospedaliere”.

IL DECALOGO SALVA VITA
Il sito dell’Organizzazione mondiale della sanità ha pubblicato nei giorni scorsi un decalogo dei motivi per lavarsi le mani:
1. L’igiene delle mani al momento giusto salva la vita.
2. L’igiene delle mani nell’assistenza sanitaria ha salvato milioni di vite nel corso degli ultimi anni.
3. L’igiene delle mani è un indicatore di qualità dei sistemi sanitari sicuri.
4. Problemi sanitari, come infezioni che sono spesso invisibili ma tuttavia ancora si verificano, sono sfide politiche e sociali che dobbiamo affrontare adesso.
5. Le infezioni possono essere fermate attraverso una buona igiene delle mani.
6. La tecnologia salvavita a prezzi accessibili è disponibile. Un prodotto a base di alcool perdisinfettare le mani costa circa 3 euro a bottiglia e può prevenire milioni di morti ogni anno.
7. L’hashtag #handhygiene ha progressivamente acquistato importanza anche a causa di influenze o epidemie di malattie mortali come Ebola.
8. Programmare specifici momenti di intervento per l’igiene delle mani nel flusso di lavoro degli operatori sanitari rende più facile fare la cosa giusta ogni minuto, ogni ora, ogni giorno.
9. La prevenzione delle infezioni è al centro del rafforzamento dei sistemi sanitari. L’igiene delle mani è fondamentale per tutti gli interventi, per l’inserimento di un dispositivo invasivo, per la gestione di una ferita chirurgica o per un’iniezione.
10. Il messaggio ha già iniziato a diffondersi con “Salva delle vite umane: pulisci le mani“, una campagna globale di successo per promuovere azioni di igiene delle mani presso il punto di cura del paziente.

 

Articolo tratto da yahoo.com

 

Commenti

19 − diciassette =