image16.jpg

Aruna Bianzino – figlio di Aldo, arrestato il 12 ottobre 2007 per coltivazione di canapa. Due giorni dopo alla famiglia viene detto che l’uomo era morto per un aneurisma celebrale. Nonostante fosse in ottima salute. Le torture fisiche restano un sospetto. Ma quello che è certo è che gli agenti avrebbero potuto salvarlo, se ascoltando le sue urla lo avessero portato in ospedale. Un diritto che gli è stato negato, perché, secondo il pubblico ministero, quella notte la guardia carceraria "non aveva voglia di lavorare". Per questo l’agente Gianluca Cantoro è stato condannato dal tribunale di Perugia a un anno e mezzo di reculsione, con pena sospesa.

Commenti

3 × 3 =