Mappamondo metropolitano: il calendario sull’integrazione a Bari

Storie di migranti e rifugiati giunti a Bari alcuni anni fa e che oggi vivono stabilmente nel nostro territorio. Storie di fuga dalla povertà e dalla guerra, ma non solo… amore, speranza, desideri e ricerca di pace. Tutte raccolte nel “Mappamondo metropolitano”, il calendario 2016 risultato dell’incontro tra i volontari dell’associazione “Kenda onlus” e alcuni migranti oggi residenti a Bari.
Il calendario, e le storie in esso racchiuse, saranno presentate lunedì 21 dicembre, alle ore 19, presso le Officine Clandestine, in piazza Mercantile 67.

L’obiettivo è quello di trasmettere e comunicare la prospettiva di una integrazione possibile in un periodo storico costellato da migrazioni massicce. Bari è ricca di comunità provenienti da Russia, Cina, Senegal, Palestina, Georgia. Da qui il desiderio di Kenda di entrare in contatto con quanti si sono stabiliti sul territorio di Bari e provincia per rendere pubbliche le storie e le motivazioni che hanno spinto all’emigrazione dal Paese di origine. Da questo percorso di conoscenza nasce “Mappamondo metropolitano”, un calendario transmediale data la presenza di un QR code che permetterà di associare alla foto del mese una pagina web dentro la quale chiunque troverà interviste, foto e video narranti le singole storie di migranti e rifugiati.
“Con questo calendario – spiegano i volontari di Kenda – abbiamo voluto condividere storie di vita, piccole perle di quotidianità regalateci da persone che creano ricchezza e cultura e ci aiutano a capire, ancora meglio, quanto mondo c’è a pochi passi da noi”.

Commenti

tre × 3 =