Musica in gioco: il progetto pugliese che usa la musica come stimolo di crescita per i più piccoli

In Puglia investimenti nell’orchestra regionale di 1500 elementi, bambini in situazioni di disagio socio-economico e con disabilità.

Partirà entro il mese di febbraio anche a Lecce un laboratorio per l’accesso libero e gratuito dei bambini ai benefici della musica, inserito nella la rete che il progetto didattico sperimentale MusicaInGioco  a partire dal 2010 ha sviluppato a macchia d’olio nella provincia di Bari con questo obiettivo ambizioso: usare la musica come strumento di stimolo dell’intelligenza, di educazione sociale e personale dei più piccoli, offrendo la precedenza alle situazioni di disagio socio-economico, disabilità, disturbi dell’apprendimento.

Il progetto della onlus si ispira al sistema creato in Venezuela da Josè Antonio Abreu, musicista ed ex ministro della cultura che nell’arco di un trentennio e con sovvenzioni pubbliche ha organizzato una rete d’istruzione musicale con 450 mila ragazzi, il 90% dei quali appartenenti a famiglie disagiate. Il progetto MusicaInGioco è stato finanziato nell’ambito del programma pugliese Bollenti Spiriti per le politiche giovanili 2014-2015 e porta avanti le proprie attività gratuite anche grazie agli sponsor, alle donazioni e all’azione volontaria di chi crede in questa missione.

Foto courtesy of: http://www.musicaingioco.net/

Commenti

4 × uno =