Progetto donna. Gli stereotipi femminili raccontati dall’illustratrice Carol Rossetti

Stereotipi femminili.
Alcune delle immagini dell’illustratrice Carol Rossetti apparse su TPI.

Carol Rossetti è una donna, una designer illustratrice che con questo suo progetto vuole mostrare alle donne che gli stereotipi femminili non sono altro che parole al vento, nulla della quale una donna deve preoccuparsi.

Con una serie di cartoline illustrate, alcune anche tradotte in italiano, russo, arabo e spagnolo vuole raccontare delle donne e delle loro scelte, a volte viste con occhi sospettosi, maligni, convenzionali; ma le donne devono sapere che la loro vita appartiene solo a loro e non devono rientrare in stereotipi femminili che ne abbattano la loro dignità, la loro forza e il loro coraggio.

La lotta per l’uguaglianza e il rispetto di Carol Rossetti è molto ampia e vuole includere tutti, non solo un determinato gruppo di donne, inoltre le situazioni che lei ritrae nel suo “Progetto Donna” possono essere anche vissute dagli uomini, e qui crolla un altro stereotipo, non tutte le cose con le “donne” sono solo per le “donne” (come i libri con le fate per le bambine e i libri con i draghi per i maschietti).

La sua scelta di disegnare solo donne è stata attuata poichè lei si identifica con le sue cartoline, quindi una scelta assolutamente personale, ma diventa interessante quando gli uomini riescono a ritrovarsi in queste situazioni e dire: “Guarda è capitato anche a me!”.

Basare il proprio giudizio sugli stereotipi femminili che impone la società di oggi è il modo più sbagliato per guardare una persona, camminare nelle sue scarpe per qualche miglio è la soluzione per non fare del male con giudizi banali e spesso errati.

Articolo tratto da: eticamente.net

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.