Refugee Wearable Dwelling: il rifugio da indossare per i migranti in fuga

Si chiama Refugee Wearable Dwelling ed è stato realizzato da un gruppo di studenti del corso di Interior design and textiles del Royal College of Art di Londra. É un rifugio indossabile che può essere indossato come un’impermeabile, diventare un sacco a pelo o trasformarsi in una tenda.

La realizzazione è stata resa possibile grazie alla collaborazione del marchio londinese Wall, pensato con materiali economici e sostenibili l’idea è quella di stribuire il rifugio a buon mercato: all’interno sono costruite delle tasche in cui proteggere e conservare i propri oggetti personali.

Per poter completare il progetto occorre denaro al fine di realizzare in serie il prodotto e distribuirlo a chi ne ha più bisogno tramite organizzazioni e associazioni. Per questo è stata indetta una campagna di crowdfunding: 300 sterline sono il necessario per fare la differenza.

 

 

Commenti

16 − 12 =