Destinatari e Famiglie affidatarie

I destinatari dell’affido familiare sono i minori momentaneamente privi di un ambiente familiare idoneo, che necessitano di un collocamento temporaneo presso un nucleo familiare che meglio risponde alle loro esigenze affettive, educative, psicologiche e sociali.
Gli affidatari possono essere famiglie, coppie, con o senza figli, o persone singole, che si sono dichiarate disponibili e per le quali l’equipe psicosociale abbia accertato l’idoneità. Non sono previsti dalla legge limiti di età. Requisiti essenziali sono:

  • uno spazio nella propria vita e nella propria casa per accogliere un’altra persona in difficoltà;
  • la disponibilità e la volontà di accompagnare per un tratto di strada, più o meno lungo, un bambino o un ragazzo, senza la pretesa di cambiarlo, ma aiutandolo a sviluppare le sue potenzialità e valorizzando le sue risorse;
  • la consapevolezza della presenza e dell’importanza della famiglia di origine nella vita del bambino.

Nell’attivazione e nella realizzazione del progetto affido, la famiglia affidataria sarà preparata, attraverso un adeguato percorso formativo, sulle finalità dell’affido in generale; sarà inoltre informata sugli aspetti dello specifico progetto che le viene proposto ed opportunamente sostenuta individualmente e/o attraverso il gruppo per tutta la durata dell’affido.
Una volta sottoscritto il progetto, gli affidatari si impegneranno a provvedere alla cura, al mantenimento, all’educazione ed all’istruzione del minore in affido. È previsto un contributo economico da parte del Comune di residenza dei genitori del minore, al fine di contribuire a tutte le spese necessarie per il mantenimento.

Per ogni ulteriore informazione, non esitate a commentare il video o a scriverci nella pagina contatti.