Il progetto “Alice in Cammino” si propone la sperimentazione del Servizio di Formazione alle Autonomie (SFA), il cui obiettivo principale è la costruzione di percorsi integrati e personalizzati, finalizzati all’inclusione sociale e lavorativa di giovani con disabilità

Nello specifico “Alice in cammino” intende realizzare interventi personalizzati, mirati all’accoglienza, orientamento, analisi motivazionale e psicologica, socializzazione, formazione trasversale e specifica, sviluppo e consolidamento delle autonomie e – non da ultimo – inserimento lavorativo. Lo S.F.A. – già codificato e riconosciuto in alcune regioni d’Italia – non è ancora sperimentato nel Sud.

Destinatari dell’intervento saranno 28 disabili intellettivi, psichici o pazienti psichiatrici stabilizzati. Per 10 di loro è previsto un percorso di inserimento lavorativo in particolare nel settore del biologico (trasformazione prodotti, cucina e catering).

 

  Mai come in questo momento è fondamentale per chi lavora nell’ambito dell’enogastronomia conoscere approfonditamente e mettere in pratica correttamente tutti i processi riguardanti la sicurezza alimentare. Si tratta di un’ambito di conoscenze e procedure alquanto vasto e complesso che tuttavia i ragazzi dello SFA hanno approcciato in questi giorni…