diritti

articoli filtrati per: #diritti

In uscita non a caso l’8 marzo in occasione della Festa della donna il nuovo film di Marco Tullio Giordana (regista di “I cento passi” – “La meglio gioventù” – “Romanzo di una strage”): “Nome di donna” Nina si trasferisce da Milano in un piccolo paese della Lombardia, dove trova…
Oltre 6,4 milioni di bambini al mondo sono rifugiati e sfollati, costretti a spostarsi all’interno del proprio Paese oppure oltreconfine a causa di guerre e altre emergenze. Più della metà, cioè 3 milioni e mezzo di bambini tra i 5 e i 17 anni, lo scorso anno non ha potuto frequentare la scuola (dati UNHCR). Le situazioni di crisi, infatti,…
“A volte basta solo un po’ di coraggio per muoversi nella direzione giusta”: è il senso del nuovo video di Amnesty International Trento per sensibilizzare il pubblico e avvicinarlo attivamente all’organizzazione internazionale diffusa sul territorio regionale e nazionale attraverso le sue numerose sedi. Per tutte le info: http://j.mp/2Ayb01m. Il video è…
La Onlus “#vorreiprendereiltreno” nasce il 31 Gennaio 2015 e si pone come obiettivo quello di sensibilizzare alla disabilità, in particolar modo all’abbattimento delle barriere architettoniche e culturali attraverso progetti concreti sul territorio, ma anche con un’attività mediatica costante ed efficiente sui social network. Con un linguaggio spesso divertente e ironico, attraverso il suo presidente Iacopo Melio, viene…
LOTTATORI – Sguardi Sollevano Vento Progetto d’arte sociale ideato e diretto da Sebastiano Filocamo per La Stravaganza Onlus  Il 20 dicembre 2017 alle ore 21.00  il progetto “LOTTATORI – Sguardi sollevano vento” debutterà a Milano presso il Teatro Franco Parenti Lo spettacolo, nasce come progetto di denuncia civile e sociale, dove fatti…
Riportiamo integralmente il testo della lettera del Comitato “Genitori Tarantini” diretta al ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda:   “Signor Calenda Carlo, il suo modo di rivolgersi al popolo tarantino denota una continua insopportabile arroganza, non seconda certamente a quella degli imperatori dell’antica Roma. A tal proposito, le vogliamo ricordare…
Sara non ha ancora alcuna convinzione religiosa o non religiosa. E ha tutto il diritto di continuare a non averne finché lei, e soltanto lei, non deciderà altrimenti. È una considerazione semplicissima, eppure rivoluzionaria. Perché, ancora oggi, la possibilità che bambini come Sara abbiano diritti del genere non passa nemmeno per…