The Foreigner

The Foreigner, un progetto di Jon Rubin e Felipe Castelblanco, è un’opera d’arte partecipativa che collega in tempo reale – tramite delegati umani (proxies) o avatar – cittadini americani con quelli iraniani. Il lavoro confonde le nozioni di identità geopolitica confondendo e riducendo le distanze tra il “sé” locale e lo straniero “altro”. Usando una semplice tecnologia mobile i residenti di Cleveland sono stati in grado di parlare con gli iraniani a distanza tramite degli avatar localmente presenti. In questo modo i cittadini americani potevano conversare ed essere guidati attraverso gli spazi pubblici da qualcuno che viveva in un completamente differente paesaggio culturale e politico.
(continua la lettura su Neural)

Commenti

sedici − 8 =