Vivavittoria: grande opera d’arte condivisa per dire no alla violenza sulle donne

Brescia si è risvegliata domenica mattina con una delle sue piazze principali, Piazza Vittoria, interamente coperta da un’installazione alla quale hanno lavorato tantissime donne. Si tratta di una delle tante iniziative che si tanno organizzando sul territorio italiano in occasione del 25 novembre: Giornata internazionale contro la violenza sulle donne.

20.000 quadrotti a maglia, assemblati in 5.000 coloratissime coperte. In questo consiste l’opera d’arte collettiva e tutta al femminile cui hanno partecipato donne da ogni angolo del mondo. C’è chi ha mandato i suoi lavori a maglia dall’Etiopia, dall’Armenia e dal Kurdistan. E c’è chi come Jasmine è arrivata addirittura dall’Australia.

A coordinare tutto, l’associazione “Viva Vittoria” e un’idea, nata nel marzo scorso, da cinque bresciane, Cristina Begni, Patrizia Fratus, Simona Romele, Silvia Lumini e Cristina Ghidini. Alla base l’intuizione che per contrastare la violenza non bastano slogan, ma  un’opera d’arte comune e condivisa che abbia al proprio centro ciò che più la violenza teme e ciò che più la violenza intacca: la relazione.

 

Commenti

Codice di verifica * Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.