InCo-Molfetta

Bando Creative Living Lab

Che cosa è Creative Living Lab?

Giunto alla sua II° Edizione, Creative Living Lab è il Bando promosso dalla Direzione Generale Arte e Architettura contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) ed è volto a promuovere la rigenerazione urbana condivisa di luoghi periferici. L’iniziativa finanzia progetti di innovazione in ambito culturale e creativo che mirano a riqualificare e trasformare spazi interstiziali, aree o edifici abbandonati o dismessi e zone di verde non curate.

Quali sono gli obiettivi del Bando?

Creative Living Lab punta a raggiungere i seguenti obiettivi:

  1. realizzare spazi per svolgere attività che possano contribuire a trasformare la dimensione urbana e sostenere la creatività imprenditoriale;
  2. sensibilizzare i cittadini sui temi della rigenerazione urbana per favorire nuove dinamiche socio-culturali e innescare processi di rilancio che contribuiscano al miglioramento della qualità della vita e delle economie locali;
  3. sperimentare e diffondere metodologie inclusive e aggregative per le comunità capaci di sviluppare il senso di identità e di appartenenza ai luoghi.

Chi può partecipare al Bando?

Potranno partecipare al Bando soggetti pubblici o privati senza scopo di lucro, che svolgono un’attività prevalente in campo culturale e che rientrano in una delle seguenti tipologie:

  • enti locali,
  • istituzioni universitarie,
  • istituzioni scolastiche,
  • associazioni,
  • fondazioni,
  • organizzazioni,
  • comitati

Tutti i soggetti proponenti potranno partecipare al Bando sia singolarmente, sia in partenariato. In entrambi i casi, sia il soggetto proponente che gli eventuali soggetti associati, potranno candidare una sola proposta progettuale, a pena di esclusione.

In caso di partenariato, in fase di candidatura, sarà necessario redigere un accordo (utilizzando il modulo Allegato D), al fine di regolare i rapporti e disciplinare i singoli ruoli, compiti e impegni reciproci.

Caratteristiche delle proposte progettuali

Ciascuna proposta progettuale presentata dovrà avere le seguenti caratteristiche:

  • Prevedere il coinvolgimento delle comunità locali nel processo di rigenerazione degli ambiti urbani di appartenenza, al fine di sostenere l’inclusione e al coesione sociale attraverso la promozione della cultura e della creatività. A tal proposito dovranno essere attivati percorsi di co-progettazione tra cittadini, istituzioni, professionisti e associazioni locali.
  • Organizzare attività formative e laboratoriali coordinate da un gruppo multiprofessionale formato da un esperto nel settore specifico della rigenerazione urbana e da mediatori culturali.
  • Prevedere la possibilità di uno sviluppo a medio e lungo termine, sulla base delle strategie fondate sull’interazione tra fattori ambientali naturali, antropici e urbani. A tal fine, dovranno essere attivate tutte quelle forme di partecipazione dei cittadini utili a mettere in atto adeguati strumenti di presidio dei luoghi una volta rigenerati.
  • Prevedere il ricorso a procedimenti riproponibili anche in altri contesti diversi da quello per il quale sono stati sviluppati.

Potranno essere attivati: workshop relativi alla lettura e progettazione del territorio, seminari di arti performative, laboratori artistici, percorsi espositivi e didattici, etc.

Le proposte dovranno indicare nuove forme di utilizzo dei luoghi prescelti al fine di:

  • migliorare la fruizione e la qualità;
  • incentivare l’attivazione di percorsi di partecipazione e autocostruzione attraverso il coinvolgimento di istituzioni, professionisti, artisti, cittadini e soggetti attivi sul territorio;
  • promuovere un sistema di autorganizzazione dal basso, tale da favorire un processo di empowerment e di riappropriazione nelle comunità coinvolte.

Ciascun progetto dovrà avere una durata di massimo 180 giorni (6 mesi) naturali e consecutivi.

Requisiti necessari per partecipare al Bando

I soggetti proponenti, alla data di presentazione della domanda progettuale devono possedere i seguenti requisiti:

  1. avere sede legale e operativa sul territorio italiano;
  2. essere fiscalmente residenti in Italia;
  3. avere all’interno del gruppo almeno una delle seguenti figure professionali:
  • architetti, paesaggisti, designer
  • artisti
  • fotografi
  • registi e film-maker
  • psicologi, sociologi e antropologi
  • altre figure professionali con una documentata esperienza nella rigenerazione urbana e integrazione sociale
  1. avere all’interno del gruppo almeno un componente che abbia un’esperienza professionale documentata nel settore specifico della rigenerazione urbana di cui all’art.4;
  2. avere all’interno del gruppo almeno un membro di età compresa tra i 18 e i 35 anni alla data di presentazione della domanda.

Dotazione finanziaria

Creative Living Lab ha una dotazione finanziaria complessiva pari a € 600.000,00.

Spese Ammissibili e modalità di erogazione del finanziamento

Le spese ritenute ammissibili sono:

  • spese di personale
  • spese di funzionamento
  • spese di produzione
  • spese di organizzazione, gestione e monitoraggio

Il contributo richiesto da ciascun soggetto proponente sarà erogato in un’unica soluzione a conclusione del progetto e a seguito della verifica della documentazione di rendicontazione. Tuttavia, su richiesta del soggetto proponente, potrà essere concesso un acconto entro l’esercizio finanziario 2019, nel limite massimo del 50% del finanziamento, dietro presentazione di polizza fideiussoria per un importo pari all’anticipazione richiesta.

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda

La proposta progettuale dovrà essere inviata tramite la piattaforma: http://www.aap.beniculturali.it/creative_living_lab/ previa registrazione, entro e non oltre il 10/06/2019. La documentazione da produrre è la seguente:

  1. DOCUMENTAZIONE TECNICA (Allegato A) che comprende:
  • Relazione descrittiva
  • Cornoprogramma
  • Quadro economico
  • Curricula del Responsabile scientifico, del Soggetto proponente e delle figure professionali richieste

DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA (Allegati B – C – D – E) che comprende:

  • Domanda di partecipazione sottoscritta dal legale rappresentante del soggetto proponente e dai legali rappresentanti degli eventuali associati (allegato B);
  • Autocertificazione sottoscritta da parte del soggetto proponente e degli eventuali associati (associazioni, fondazioni, organizzazioni, comitati ecc.) attestante il possesso dei requisiti ordine generale (allegato C)
  • Copia del documento di identità del legale rappresentante del soggetto proponente
  • Eventuale accordo di partenariato qualora la proposta sia presentata da più soggetti (allegato D)
  • Dichiarazione di ricezione dell’informativa e consenso al trattamento dei dati personali (allegato E).

Link Utili

Al questo LINK è possibile scaricare il bando e gli allegati.

Inoltre, è possibile richiedere ulteriori chiarimenti in merito al Bando, inviando un’email all’indirizzo: creativelivinglab@beniculturali.it entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 10/05/2019.

Commenti

5 × 3 =