InCo-Molfetta

Bando Fermenti

Altro bando per favorire l’iniziativa e l’imprenditoria giovanile, per lo sviluppo di progetti di carattere sociale e culturale. Di seguito un approfondimento

Cosa è Fermenti?

Il Bando – promosso dal Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile – intende offrire un sostegno tecnico e finanziario ad iniziative dei giovani, incoraggiando i singoli e le realtà giovanili ad attivare sinergie progettuali, tematiche e territoriali.

Obiettivo del bando è  incentivare lo sviluppo di progetti a carattere locale e/o nazionale capaci di esplorare le sfide sociali fondamentali per i giovani e generare nuove possibilità e soluzioni a problemi e priorità comuni che impattano sulla comunità di riferimento.

Ambiti di intervento

Le proposte progettuali e i progetti esecutivi, possono avere una durata massima di 18 mesi e devono prevedere azioni volte ad affrontare una o più delle sfide sociali di seguito elencate:

  • Uguaglianza per tutti i generi;
  • Inclusione e partecipazione;
  • Formazione e cultura;
  • Spazi, ambiente e territorio;
  • Autonomia, welfare, benessere e salute

A chi si rivolge?

Ai fini del presente Bando le domande di partecipazione possono essere presentate dai soggetti di seguito indicati:

  1. “gruppi informali”, composti da un minimo di tre ed un massimo di cinque soggetti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, residenti in Italia o – nel caso di cittadini di Stato non facente parte dell’Unione Europea – soggiornanti di lungo periodo in Italia;
  2. “Associazioni temporanee di scopo” (ATS) (tra soggetti qualificati come enti del Terzo settore) costituite da un massimo di tre enti (incluso il Capofila), il cui direttivo è costituito per la maggioranza da giovani tra i diciotto e i trentacinque anni.

Inoltre,  i “gruppi informali”, solo in caso di ottenimento del finanziamento, si impegnano a costituirsi in uno dei soggetti qualificati come Enti del Terzo Settore.

Dotazione finanziaria totale e per singolo progetto presentato

La dotazione finanziaria per l’attuazione della misura è pari ad € 15.950.000,00.

La dotazione finanziaria totale per i progetti presentati da gruppi informali è pari a € 4.500.000,00.

La dotazione finanziaria per progetti presentati da “Associazioni temporanee di scopo” (ATS) è di € 10.000.000,00;

La richiesta di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da un “gruppo informale”, a pena di esclusione, non può essere inferiore a euro 30.000,00 e superiore a euro 100.000,00.

La richiesta di finanziamento pubblico per ciascuna proposta progettuale e progetto esecutivo, presentata da una ATS, a pena di esclusione, non può essere inferiore a € 100.000,00 e superiore a € 450.000,00.

Condizioni di ammissibilità

Sono considerate ammissibili esclusivamente le proposte progettuali che:

  1. prevedono azioni coerenti con almeno una delle sfide sociali indicate nella sezione: “ambiti di intervento”;
  2. siano realizzate in ambienti ritenuti  idonei sul piano normativo per lo svolgimento delle attività di progetto;
  3. prevedono l’impiego, quali risorse umane, di giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, nella misura di almeno il 70% delle professionalità individuate nel piano finanziario.

Cause di esclusione

Per quanto riguarda i proponenti:

  • I componenti di ciascun “gruppo” informale non devono aver presentato, a nessun titolo, altre proposte progettuali in riferimento al presente Bando, né come componenti di altri “gruppi”, né come componenti dell’organo direttivo di un ente ricompreso in una ATS proponente;
  • I soggetti proponenti in forma di ATS possono presentare una sola proposta progettuale e comunque partecipare ad un solo progetto a pena di esclusione.

Per quanto riguarda le proposte, sono escluse dal finanziamento tutte quelle che:

  1. richiedono il finanziamento per la gestione ordinaria delle attività abitualmente svolte dal soggetto proponente, o da uno dei componenti dell’ATS;
  2. sono finalizzate ad attività di studio e ricerca;
  3. sono presentate in modo difforme rispetto a quanto previsto nel presente Bando e non siano firmate digitalmente (ove richiesto) o non riportino l’indicazione dei risultati attesi;
  4. richiedono un finanziamento inferiore all’importo minimo e/o superiore all’importo massimo concedibile;
  5. non rispettino le indicazioni e i parametri di costo indicati nei relativi allegati.

Costi ammissibili a finanziamento

Le spese ammissibili a finanziamento sono:

  • Personale
  • Servizi  
  • Acquisti e forniture
  • Viaggi e soggiorni
  • Spese generali

Scadenza e modalità di partecipazione

La domanda di partecipazione assieme agli allegati deve essere presentata entro e non oltre le ore 14:00 del 3 giugno 2019, esclusivamente tramite messaggio di posta elettronica certificata (PEC) da inviare all’indirizzo: giovanieserviziocivile@pec.governo.it

Tutti i documenti allegati al messaggio PEC devono essere in formato PDF e firmati digitalmente dai componenti del “gruppo informale” o dal/dai legale/i rappresentante/i del soggetto proponente Capofila di ATS e degli Associati.

Processo di Selezione

La valutazione è suddivisa in 2 parti:

  • la prima fase consiste in una verifica formale (dei tempi di invio e regolarità degli allegati) e un prima valutazione di merito, a cui segue una graduatoria preliminare;
  • I progetti che superano la prima fase – entro sessanta giorni dalla pubblicazione della graduatoria preliminare – devono presentare il progetto esecutivo, oggetto di valutazione di merito definitiva. Per la redazione di tale progetto esecutivo, il bando mette a disposizione servizi di mentoring e incubazione che

Link Utili

Ecco il link per tutte le informazioni su Fermenti e il link per scaricare il bando e gli allegati.

Commenti

quindici − 4 =